Davide Morelli

Nota biografica

Davide Morelli è nato a Pontedera nel 1972. Si è laureato in psicologia con una tesi sul mobbing.

Alcuni suoi testi sono apparsi su “Nazione indiana”, “La mosca”, “Poetarum silva”, “Il filo rosso”, “Nugae”, “Scrittinediti”, “Scuola di poesia”(rubrica del quotidiano “La stampa”), “Il segnale”, “Poesia da fare”, “La clessidra”,  “Iris news”, “L’ombra delle parole Rivista letteraria internazionale”, “Yawp”(giornale di letterature e filosofie),  “Osservatorio letterario”, “Poliscritture.it”, “Pi-greco trimestrale di conversazioni poetiche”.

Un suo saggio breve intitolato “Scrivere” è stato pubblicato su Vicoacitillo.  Il suo “Manifesto dell’impoesia” è stato pubblicato su “Yale Italian Poetry” per un’inchiesta internazionale sulla prosa poetica.

48 sue quartine sono state pubblicate su “Italian poetry review” x(rivista di poesia italiana della Columbia University).

È stato inserito nelle seguenti antologie: “Pisanthology”(Giulio Perrone editore), “Il segreto delle fragole 2009″(Lietocolle), “Il segreto delle fragole 2010″(Lietocolle), “tra erotismo e santità”(Lietocolle), “Taggo e ritraggo”(Lietocolle), “Arbor poetica”(Lietocolle), “Calpestare l’oblio. Cento poeti contro la minaccia incostituzionale” (La cattedrale), “La fanciullezza”(Zona editrice), “Oltre le nazioni”(edizioni Cfr), “Intelligenze per la pace”(edizioni Cfr), “Ipoet 2018″(Lietocolle).

Ha pubblicato due ebook su LaRecherche.it: “Dalla finestra” e “Varie ed eventuali”.

Ha collaborato con la rivista internazionale Frequenze poetiche.

Elenco delle poesie di Davide Morelli in questo blog:


Preghiera postmoderna
Preghiera postmoderna Se posso pensarti allora esistidiceva tempo fa Anselmo da Aosta.Nessuna preghiera è inascoltata,anche se c’è chi manca all’appello:così cerco adesso di rincuorarmi.Non ancora. Non è per me soltanto,anche se ormai sono inutile
Ai miei genitori
Ai miei genitori Quando eravate ragazzi io non c'ero o quantomeno ero nella mente di Dio. Se diventerò vecchio sarete voi a non esserci. Ringraziamo il Creatore per il tratto di strada fatto insieme. Speriamo che ci sia ancora altra strada da
Sull'inutilità
Sull'inutilità Preferisco la cosalità delle cose alla nullità del nulla. Se l’essenza è la funzione allora io sono inutile, ma me ne farò una ragione. Nonostante tutto le cose o gli uomini non mi hanno ancora ucciso e il mio corpo non mi ha ancora
Alla nostra dipartita
Alla nostra dipartita Quando ce ne andremo lasceremo tracce ed impronte, disseminate lungo il nostro cammino. Ma ben pochi se ne accorgeranno in quanto il mondo è un sovrapporsi continuo di tracce ed impronte. di Davide
Potenzialmente
Potenzialmente L'uomo potenzialmente è tutto. È santo e assassino. Perciò non giudicate troppo il criminale. Condannereste in fondo una parte di voi stessi. Non giudicate male neanche il barbone perché vi assolvereste senza alcuna valida

Pagina Facebook

Davide Morelli

Gennaio 5, 2017

Tag:

Lascia un commento