Storia e Cultura

Storia e…

Storia

Parleremo di storia, tradizioni, letteratura e non solo.
Guideremo gli spettatori in un vero e proprio viaggio nei siti archeologici e nelle località dove il passato si incarna ancora oggi in pietre, strade ed edifici, ma anche in boschi ed elementi naturali.
Cercheremo di conoscere le origini della nostra cultura e di rendere giustizia a lughi leggendari, misitici e pregni di quella magia antica che ancora raffiora in alcuni luighi, vicini e lontani.


Un prezioso strumento ci aiuterà ad approfondire gli argomenti più disparati:
si tratta di una piattaforma dove gli studenti possono condividere testi, riassunti e lezioni
e trovare così un valido supporto nello studio delle proprie discipline.


 

Ultimi articoli


Repubblica
Al di là di ogni parata o festa, vogliamo prendere spunto dalla ricorrenza di oggi, 2 giugno, per proporre una riflessione sul concetto di Repubblica ispirandoci a chi, tanto tempo prima di noi, ha riflettuto e approfondito il tema dello stato e
Nicola e Giovanni Pisano
Nicola e Giovanni Pisano Rispettivamente 1215 - 1278 circa; Pisa 1245 - Siena dopo il 1317 Nicola e Giovanni, padre e figlio,
Pietro Cavallini
Pietro Cavallini Attivo a Roma e a Napoli fra 1273 e 1321 Grazie al rafforzamento del potere papale e alle raffinate aperture della cosmopolita corte napoletana, l'arte centromeridionale è vivacizzata fra Due e Trecento da committenze che
Arnolfo di Cambio
Arnolfo di Cambio Colle Val d'Elsa1245 circa - Firenze 1302 circa Discepolo di Nicola Pisano, Arnolfo deve l'immensa fama al ruolo di architetto piuttosto
6 - Sei
La solida armonia Il numero 6, consacrato fin dall'antichitàall'unione sia fisica sia spirituale,riunisce significati all'apparenza contraddittori;in realtà questa cifra contiene una "solida armonia". Questo numero, già per la sua forma, si presta
Benedetto Antelami
Benedetto Antelami Attivo a Parma e nell'Italia settentrionale fra 1178 e 1230 Enigmi e ipotesi controverse circondano ancora la fisionomia
Miniatore meridionale
Miniatore meridionale Attivo alla metà del XIIII secolo Il regno di Sicilia, guidato da Federico II di Svevia (1194 - 1250) e poi dal figlio Manfredi, ha connotati culturali così originali potersi annoverare fra i più notevoli dell'occidente
5 - Cinque
Dualità e conflitto Come unione del 4 e dell'1, questo numero esprime il rapporto solidale tra la materia e il Creatore. Come somma del 3 e del 2, esprime la perfezione che sovrasta ogni dualità ma anche i conflitti che spezzano l'ordine. Questo è
4 - Quattro
La natura nella sua globalità I significati simbolici di questo numero sono legati a quelli dellacroce, del quadrato e del cubo. Numero della materia, delle direzioninello spazio e delle divisioni del tempo terrestre, il 4 esprimela natura nella sua
Guglielmo
Guglielmo Attivo  a Pisa, seconda metà del XII secolo "Eccellente nell'arte", secondo un'iscrizione perduta,
3 - Tre
Il numero perfetto In molte tradizioni religiose, il 3 viene definito il "numero perfetto"m in quanto, nella Trinità, si troverebbe l'espressione completa di ogni essenza, di ogni idea e di ogni manifestazione della realtà visibile e invisibile. Il
Bonanno Pisano
Bonanno Pisano Notizie fra il 1180 e il 1186 circa Nel 1595 un incendio distrugge a Pisa le imposte bronzee del portale centrale del duomo. Va
Buscheto
Buscheto notizie dal 1063 - Pisa 1110 circa Buscheto, ideatore del duomo di Pisa, è sepolto con alti meriti nella facciata
Lanfranco
Lanfranco Attivo a Modena fra 1099 e 1110 circa "Mirabilis artifex, mirificus edificator": così è
2 - Due
L'ambivalenza Nel numero 2 si trovano espresse tutte le ambivalenze: unione e separazione, amore e odio, incontro e scontro, armonia e conflittualità, avvicinamento e allontanamento. È il "numero della bilancia", il "numero dei gemelli", la cifra
1 - Uno
L'originario La parola universo, che significa unità di cielo, terra e galassie, contiene l'idea che ogni cosa, vivente o inanimata, abbia avuto origine da una sola entità, che secondo le differenti filosofie può essere divina o
Wiligelmo
Wiligelmo (o Vuiligelmo o Guiligelmo) attivo a Modena fra 1099 e 1110
Il Basso Medioevo
Un forte senso di precarietà e di incertezza sembra
Pittori, scultori e architetti italiani dal 1000 a oggi
Rubrica dedicata agli artisti italiani più famosi tra il basso medioevo e il Novecento. I
0 - Zero
Il moltiplicatore di ogni numero Principio moltiplicatore di tutti i numeri, geroglifico del nulla e dell'infinito, simbolo alchemico dell'allume, la sostanza primordiale indifferenziata, lo 0 è una cifra che sfida l'intelligenza umana e la invita
Numerologia
Misteri e simbolismo dei numeriLa Numerologia, le cui origini risalgono a Pitagora, è lo studio dei numeri e del modo in cui essi riflettono certe attitudini e tendenze caratteriali, come parte integrale del piano cosmico. Molti ancora oggi la
L'astrologia araba
Gli astrologi arabi occuparono un ruolo fondamentalenella storia delle arti di vinatorie, perchè salvarono dalla distruzione i testi babilonesi, greci ed egizi sulla "scienza dei decreti delle stelle". Inoltre la Spagna andalusa vide fiorire un
Un antico manoscritto di musicoterapia
Quello riportato dopo queste righe è un antico manoscritto di musicoterapia trovato in un mercatino dell'usato. Non è firmato, nè datato, per questo è ancora più accattivante. Per lo stato dei fogli e per i riferimenti contestuali che riporta
I poeti realisti
16 I poeti realisti Accanto alla lirica cortese si sviluppa una forte ed autonoma tradizione realistica o burlesca, che riprende
La letteratura religiosa
15 La letteratura religiosa Uno degli aspetti più significativi della poesia religiosa del secolo è il canto: si cantano le laude, ma si
La secolarizzazione della storia
14 La secolarizzazione della storia La produzione storiografica italiana del XIII secolo è multiforme; generalmente si scrivono cronache in latino,
La prosa narrativa
13 La prosa narrativa La prosa del Duecento faceva spesso appello alla presenza e all’onnipotenza di Dio per giustificare l’opera degli uomini. Da qui
La visione del mondo nella prosa
12 La visione del mondo nella prosa Secondo l’ottica medievale ogni forma di scienza e conoscenza obbedisce alla gerarchia di valori pratici e teorici al cui apice è posta la teologia. La trattatistica in prosa del ‘200 sottostà a questa regola,