Simone Martini

Siena 1284 ca. – Avignone 1344 In un sonetto di Francesco Petrarca Simone vola fino in Paradiso per ritrarre “il bel viso” della mitica Lura amata dal poeta. Niente sappiamo di quel ritratto su pergamena, che costituirebbe il primo esempio a sè stante nella storia ritrattistica occidentale. Certo alla fama immediata del raffinato artista senese […]

Read More Simone Martini

I Lorenzetti

Pietro, Siena 1280 ca. – 1348?Ambrogio, Siena, documentato dal 1319 al 1348 La fama dei due fratelli senesi travalica i confini delle loro città e arriva fino a Firenze, nei cui dintorni Ambrogio, minore dei due e più brillante, dipinge la prima opera datata: la bellissima, stralunata Madonna di Vico l’Abate (1319, Firenze, Museo Diocesano). […]

Read More I Lorenzetti
Ottobre 2, 2019

Tag:, , ,

Giotto (Agnolo di Bondone)

Colle di Vespignano (Firenze) 1266 ca. – Firenze 1337 Protagonista di una svolta clamorosa nella pittura medievale, Giotto è per unanime consenso il più geniale, versatile artista della sua epoca. Già i contemporanei lo paragonarono ai grandi maestri dell’antichità, dichiarandolo perfino superiore per il rarissimo ingegno, per l’incomparabile capacità di raffigurare le passioni. Prima di […]

Read More Giotto (Agnolo di Bondone)
Agosto 26, 2019

Tag:, , , ,

Duccio di Buoninsegna

Siena1260 ca. – 1318 e 1321 Diverse notizie attestano la feconda carriera dell’artista senese: nel 1278 l’Ufficio della biccherna del Comune lo paga per dipingere casse di documenti; in seguito è incaricato di eseguire, secondo l’uso tipicamente senese, alcune tavolette (perdute) destinate a ornare i registri di biccherna. Data al 1285 la Pala di Santa […]

Read More Duccio di Buoninsegna

Cimabue

Ritratto di Cimabue, di Giorgio Vasari Cimabue (Cenni di Pepe, o Pepo), Firenze 1240 ? – 1302 Per la potente espressività, per i colori intensi che esaltano la plasticità dei corpi, la pittura di Cimabue segna il progressivo distacco dalle piattezze bizantine verso un linguaggio figurativo autonomo, finalmente occidentale, già in parte avviato a Firenze […]

Read More Cimabue
Luglio 26, 2019

Tag:, , , , ,

Nicola e Giovanni Pisano

Nicola e Giovanni Pisano Rispettivamente 1215 – 1278 circa; Pisa 1245 – Siena dopo il 1317 Nicola e Giovanni, padre e figlio, sono fra i primi a studiare l’antico con occhi attenti alle proporzioni del corpo umano. Nicola, che un documento del 1265 attesta a Pisa con il figlio, si forma nell’ambiente classicheggiante campano-pugliese, influenzato […]

Read More Nicola e Giovanni Pisano
Maggio 20, 2019

Tag:, ,

Pietro Cavallini

Pietro Cavallini Attivo a Roma e a Napoli fra 1273 e 1321 Grazie al rafforzamento del potere papale e alle raffinate aperture della cosmopolita corte napoletana, l’arte centromeridionale è vivacizzata fra Due e Trecento da committenze che favoriscono sperimentazioni cruciali per gli sviluppi dell’arte figurativa italiana; Pietro Cavallini spicca in tale scenario. Niente si sa […]

Read More Pietro Cavallini
Maggio 20, 2019

Tag:, ,

Arnolfo di Cambio

Arnolfo di Cambio Colle Val d’Elsa1245 circa – Firenze 1302 circa Discepolo di Nicola Pisano, Arnolfo deve l’immensa fama al ruolo di architetto piuttosto che di scultore. Fino al XIX secolo le sue statue, i raffinati cibori, i sepolcri, le fontane sono passati in secondo piano, rispetto ai progetti architettonici religiosi e civili (a Firenze, […]

Read More Arnolfo di Cambio
Aprile 27, 2019

Tag:, ,

Benedetto Antelami

Benedetto Antelami Attivo a Parma e nell’Italia settentrionale fra 1178 e 1230 Enigmi e ipotesi controverse circondano ancora la fisionomia culturale e il percorso artistico di Benedetto Antelami, grande maestro attivo a Parma e a Borgo San Donnino (Fidenza). Innanzitutto si discute sulla sua origine. Antelamus (o Intelvi) è un toponimo medievale che indica una […]

Read More Benedetto Antelami
Aprile 9, 2019

Tag:, ,

Guglielmo

Guglielmo Attivo  a Pisa, seconda metà del XII secolo “Eccellente nell’arte”, secondo un’iscrizione perduta, Guglielmo è considerato l’antesignano della prestigiosa scultura medievale pisana. Non a caso è sepolto e menzionato nella facciata del duomo al pari di Buscheto e Rainaldo, ideatori dell’edificio. La lapide sepolcrale attesta magister Guillelmus come artefice del pergamo di Santa Maria, […]

Read More Guglielmo
Febbraio 25, 2019

Tag:, ,