Yangtze

Si fuggì dal fiume inquinato perché era inutile restare, nessuno comprava più il nostro pesce malato che, perlopiù, veniva trascinato via dalla corrente già morto. Avevamo faticato non poco anni prima per costruire le nostre case, una a una, mattone su mattone fino a farne un piccolo villaggio e poi, nulla più.  Eravamo rimasti l’ultimo …read more →

Read More Yangtze

Primavera

Primavera Scivola la primavera col suo pennello umido di gioia sugli alberi spogli sui grigi pensieri sui cuori affranti sugli uomini perduti. Rovescia stille d’amore a goccia a goccia da catini argentati sulle strade sulle piaghe e sulle anime più scure. E’ la il miracolo di sempre basta alzare il viso guardare l’incanto e sorridere …read more →

Read More Primavera

Monsieur Cambiamento

  “Non voglio cambiare casa!” brontolò il piccolo Michele guardando il nonno che riponeva con cura i libri nelle scatole. “Perché?” gli chiese lui sorpreso. “Perché qui c’è la mia stanza, i miei giochi, ci sono i miei amici, c’è la mia scuola…” “Avrai altri amici e un’altra stanza per giocare, la scuola l’avresti cambiata …read more →

Read More Monsieur Cambiamento

Una ciclista di fattoria

Una ciclista di fattoria Beh, che guardate? Non avete mmmai visto una mmmucca in bicicletta? Allora di sicuro non siete di queste parti perché qui tutti mi conoscono, piacere, sono la Gigia, la mmmitica Gigia! Perché ancora quelle facce stupite? Ah, vi starete chiedendo come mai ho la passione per la bici, veramente questa storia …read more →

Read More Una ciclista di fattoria

La band degli Sgallettati

La band degli Sgallettati Vi ricordate della mucca Gigia? Quella che ha le ali nascoste sotto il pelo della schiena e di notte, di nascosto di tutti, vola? Ma sì, dai, la Gigia! Quella che Leopoldo comprò al mercato anche se non aveva bisogno di un’altra mucca! Va bene, chi la ricorderà meglio per lui, …read more →

Read More La band degli Sgallettati