Fra i ponti della Senna

 

Che sfortuna! –  sospirò Jacques mentre osservava la città da sotto il ponte.

Di che ti lamenti? – gli rispose Antoine.

Non abbiamo nemmeno una casa…

E allora? Abbiamo tutta Parigi per noi, cambiamo stanza ogni notte e ogni giorno ci risvegliamo con un panorama nuovo, non sei contento?

Abbiamo solo questo cappotto, vecchio e rattoppato…

Così non ci dispiacerà buttarlo, adesso che arriva la primavera!

Non abbiamo neppure un paio di scarpe chiuse…

Meglio, così non ci puzzeranno i piedi!

Ma, insomma! – si spazientì Jacques – A te va sempre bene tutto? Non ti senti mai triste?

Qualche volta – gli rispose lui guardando la Senna correre veloce – Quando dopo aver suonato il sassofono per la mia Marie qualcuno mi offre una moneta, e non è che mi offenda per quel gesto, mi rammarico con me stesso, perché non sono riuscito a far capire a chi l’ha lanciata che non suonavo per lui, ma per amore.

di Vespina Fortuna

Marzo 3, 2017

Tag:, ,

Lascia un commento