Ti penso

Ti penso

Ti penso
ed è come un rivederti.
Tu, cara luce dei miei occhi
che il tempo non può spegnere.
Mi ritorna in mente
il tuo splendido sorriso,
le tue labbra sottili
come vele, verso mari senza nome.
Il tuo delizioso viso
è come un quadro
dipinto da una mano sensibile.
Risento persino la tua voce
soffice alito di vento
sinfonia che non smetterei mai di ascoltare.
Oh, se solo ti potessi rivedere!
Quanta gioia mi esploderebbe dentro!
Ma, ora, le nostre strade sono diverse.
Il tuo cuore canta per un altro.
Ogni giorno ci vede sempre più distanti.
E io, forse anche scioccamente
rimango punto fermo, e ti penso.
Coltivo il sogno di rivederti presto
magari persino per caso
in un incrocio di passi.
Oh, benedetta speranza!
Risplendi ancora in me, non mi lasciare!
E tu, Amore distante
continua a portare la tua luce lungo il cammino
a chiunque ti starà vicino
e avrà il privilegio della tua compagnia.
Io vagabonderò per la mia strada,
ti ritroverò nel mondo poetico:
in quella fase che precede un viaggio nell’infinito
e ha sapore di eternità.

di Davide Stocovaz

 

Dicembre 18, 2019

Tag:, , ,

Lascia un commento