Racconti di Ieri

Aci e Galatea- Fontana dei Medici- Parigi

Racconti di Ieri è una rubrica dedicata ai miti e alle leggende del passato. Qui troverete brani tratti dalle tradizioni mitologiche di popoli vicini e lontani; dalla cultura ellenica, a quella nordica, passando per l’egizia, la mesopotamica e l’amerindia.

Leggerete racconti tratti dalle più grandi raccolte di novelle medievali, e conoscerete tramite la mia penna personaggi antichi quanto il tempo.

Le antiche storie saltate di bocca in bocca, copiate in manoscritti cadenti, stampate e ristampate in raccolte finemente rilegate, adesso approdano qui nel mondo virtuale per emozionarvi ancora.

Daniele Bello


“Mito ed epica a Roma” di Daniele Bello


Iliade

“Iliade” di Omero, a cura di Daniele Bello

Odissea

“Odissea” di Omero, a cura di Daniele Bello


Gilgamesh

L’epopea di Gilgamesh


Divina Commedia

La Divina Commedia di Dante Alighieri


Ultimi Articoli


Gilgamesh – Il Fiore della Giovinezza
Il Fiore della Giovinezza Utnapishtim, detto il «Remoto», siede, tranquillo, sulle pendici del Dilmun, nel Giardino degli Dei, quando scorge la barca che stava giungendo nella regione e riflette tra sé: – Chi ha distrutto le Immagini di Pietra
Gilgamesh – Alla ricerca della vita eterna
Alla ricerca della vita eterna Lagrime amare versa Gilgamesh per Enkidu, suo fratello, ed erra nell’arido deserto, gridando: – Nulla mi resta più. Enkidu è morto, ed una tetra disperazione lacera il mio cuore. Quale egli è, tale io sarò. Ho
Gilgamesh – Il toro del cielo
Il toro del cielo Trascorse il tempo sereno e calmo fino al giorno in cui Ishtar, la crudele Regina dell’Amore, scorse, da Eanna, il Re Gilgamesh seduto sul trono regale, nell’abbigliamento del suo rango. Lo guardò e si innamorò di lui. – Oh
Odissea – Libro XXIV
ODISSEA Libro Ventiquattresimo Hermes cillenio, intanto, chiamava le anime                                                                                 1 dei pretendenti stringendo in mano la bella verga d’oro, con la quale incanta gli
Odissea – Libro XXIII
ODISSEA Libro Ventitreesimo La vecchia salì alle stanze di sopra, esultante,                                                                                1 per chiamare la padrona e per dirle che il marito era tornato: le sue ginocchia
Gilgamesh – L’uccisione di Humbaba
L'uccisione di Humbaba Gilgamesh si trovava in Uruk e si sentiva triste, mentre rifletteva sulla vita e sulla morte degli uomini. Alla fine si addormentò e sognò della sua agonia, perché egli era per un terzo mortale e partecipava all'amaro
Gilgamesh - L'opera di Enkidu
  Gilgamesh Ascoltate, ascoltate la storia di Gilgamesh, di Gilgamesh d'oro, Re dei Re, che ha scolpito il suo nome dove erano scolpiti nomi di grandi uomini e, dove non esistevano nomi, ha innalzato un altare agli dei. Egli era re di
L'epopea di Gilgamesh
  L'epopea di Gilgamesh Si tratta del primo poema epico conosciuto, leggenda sumero-babilonese tra le più antiche dell'umanità. Riguarda le straordinarie gesta di Gilgamesh, Re di Uruk, la sua amicizia con Enkidu, l'uomo selvaggio della
Odissea – Libro XXII
ODISSEA Libro Ventiduesimo L’astuto Odisseo si tolse gli stracci di dosso,                                                                                  1 balzò sulla soglia stringendo l’arco e la faretra piena di frecce; rovesciò i
Odissea – Libro XXI
ODISSEA Libro Ventunesimo Atena, la Dea glaucopide, suggerì                                                                                                     1 alla figlia di Icario, la saggia Penelope, di mettere nelle mani dei
Odissea – Libro XX
ODISSEA Libro Ventesimo Il glorioso Odisseo si preparò il letto nel vestibolo,                                                                       1 stendendo a terra una pelle di bue non conciata e sopra molte pelli di pecora, di quelle che gli
Odissea – Libro XIX
ODISSEA Libro Diciannovesimo Il glorioso Odisseo restò nella sala: meditava,                                                                               1 con
Odissea – Libro XVIII
ODISSEA Libro Diciottesimo Giunse un mendicante di strada, che per tutta la città                                                                  1 chiedeva l’elemosina: era noto per lo stomaco insaziabile, perché mangiava e beveva a non finire;
Odissea – Libro XVII
ODISSEA Libro Diciassettesimo Quando al mattino apparve Aurora dalle dita rosee                                                                      1 Telemaco, il figlio del divino Odisseo, si legò ai piedi i suoi bei sandali; poi
Odissea – Libro XVI
ODISSEA Libro Sedicesimo Odisseo e il glorioso porcaro, soli nella capanna,                                                                          1 all’alba accesero il fuoco per il pasto del mattino: avevano fatto uscire i pastori con le
Odissea – Libro XV
ODISSEA Libro Quindicesimo Pallade Atena era andata nella vasta Lacedemone,                                                                       1 per ricordare il ritorno al figlio insigne del glorioso Odisseo e per spingerlo a riprendere la
Odissea – Libro XIV
ODISSEA Libro Quattordicesimo Odisseo salì dal porto, per un sentiero pietroso;                                                                            1 raggiunse la zona boscosa tra le alture, là dove Atena gli aveva detto di cercare il
Odissea – Libro XIII
ODISSEA Libro Tredicesimo     Così disse; tutti rimasero immobili, in silenzio,                                                                             1 come rapiti da un incantesimo nella sala ombrosa. Allora Alcinoo prese la parola e disse: